Denuncia approvvigionamento idrico autonomo ai sensi dell'art. 165 del D.Lgs. 152/2006

Pubblicata il 23/01/2020
Dal 23/01/2020 al 30/06/2020

Tutti gli utenti domestici possessori e utilizzatori di pozzi di approvvigionamento autonomo di acqua (a scopo potabile, igienico-sanitario, per annaffiamento giardini/orti, per abbeveraggio bestiame, a scopo ornamentale, geotermico, ecc.) hanno l’obbligo di trasmettere annualmente la denuncia prevista dall’art. 165 del Decreto Legislativo n. 152/2006.

La denuncia non comporta l’applicazione di corrispettivi, è obbligatoria e consente di pianificare e attuare le azioni necessarie alla tutela quantitativa e qualitativa della risorsa idrica, in modo da evitare problemi di approvvigionamento soprattutto nei periodi di maggiore consumo d’acqua. Inoltre, mappare i prelievi garantisce, anche agli utenti che non si servono dell’acquedotto, una forma di tutela nel caso vengano riscontrati fenomeni di inquinamento della falda.

La compilazione della Denuncia di approvvigionamento idrico autonomo degli utenti domestici relativa all'anno 2019 deve essere effettuata, entro il 30/06/2020, cliccando sul seguente link:

Denuncia di approvvigionamento idrico autonomo anno 2019

Per delucidazioni in merito all'inserimento dati, sono disponibili le Note di compilazione.


Allegati

Nome Dimensione
Allegato 2020_01_15_avviso_agli_utenti_produttivi.pdf 44.06 KB
torna all'inizio del contenuto